30 Dic 2016

La Nuova Tecnologia Wireless Che Rende Il WIFi 3 Volte Più Veloce

Uno dei problemi che storicamente affligge le attuali tecnologie wireless riguarda le interferenze di trasmissioneche tendono a verificarsi in occasione di grandi eventi e comunque in presenza di un altissimo numero di dispositivi WiFi concentrati nella stessa area.
In queste occasioni, il rischio che si corre è quello di giungere alla saturazione delle bande di frequenza che il wireless sfrutta per trasportare dati da un dispositivo a un altro.

Conseguenze? Trasmissioni WiFi lentissime e traballante stabilità delle connessioni.

Fine Delle Interferenze Sul WiFi

Adesso, una soluzione al problema potrebbe arrivare da un team di ricerca e sviluppo del MIT.

Alcuni membri dello staff del laboratorio CSAIL (Computer Science and Artifical Intelligence Lab) hanno infatti annunciato la messa a punto di una nuova tecnologia wireless chiamata “MegaMIMO 2.0“, che sarebbe in grado di ridurre al minimo il citato problema delle interferenze.
Non solo.
Grazie a questo nuovo metodo di trasmissione dei dati, la velocità di scambio delle informazioni in WiFi risulterebbe triplicata e la portata del segnale raddoppiata.
Il tutto, sfruttando più o meno apparati hardware già esistenti, minimamente modificati.

Ma come si è riusciti a raggiungere un risultato così clamoroso?

Il principio è semplice. Così come due stazioni radio non possono trasmettere simultaneamente sulla stessa frequenza, più router non possono trasferire dati all’interno della stessa porzione di spettro senza che si verifichino pesanti interferenze, tali da rendere il segnale instabile e le trasmissioni lente.
MegaMIMO 2.0 è un sistema di algoritmi che consente ai router di coordinarsi automaticamente tra loro, per gestire le frequenze di trasmissione in modo da poter costantemente inviare i dati al massimo livello di potenza e velocità che sono in grado di produrre.

Una Tecnologia Wireless Già Commercializzabile?

Per testare le prestazioni della nuova tecnologia e dimostrarne il funzionamento, i ricercatori hanno usato un metodo piuttosto singolare: all’interno di una saletta per le conferenze, hanno fissato quattro PC portatili ad altrettanti robot aspirapolvere programmati per spostarsi in maniera casuale all’interno della stanza.

Questo è il video della dimostrazione.

Come già detto, le rilevazioni sulle performance di trasmissione hanno dimostrato che il sistema sarebbe in grado di aumentare di oltre 3 volte la velocità di trasferimento dei dati in WiFi e di raddoppiare il raggio di copertura dei dispositivi di trasmissione.

La tecnologia può essere utilizzata anche con le reti cellulari e, secondo il team di ricerca che l’ha sviluppata, potrebbe essere migliorata ulteriormente, fino ad arrivare a poter coordinare dozzine di router alla volta, garantendo un trasferimento dati persino più veloce.

Insomma, la soluzione è ancora in fase di sviluppo, ma la sua commercializzazione non sembra così lontana come si potrebbe pensare, dal momento che non sembra richiedere il supporto di dotazioni hardware innovative.

1 Comments

  1. Ciao, questo è un commento.
    Per cancellare un commento effettua la login e visualizza i commenti agli articoli. Lì troverai le opzioni per modificarli o cancellarli.

leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.